08
SET
2017

associazioni

PER IL TURISMO DEL VINO PIÙ VICINA UNA LEGGE QUADRO: ACCOGLIENZA, COMMERCIALIZZAZIONE E OSSERVATORIO I PUNTI CHIAVE

Verso Fieragricola 2018. L’enoturismo muove 13 milioni di persone e 2,5 miliardi all’anno

Accoglienza, commercializzazione dei prodotti, istituzione di un Osservatorio sul turismo del vino su scala nazionale. Sono alcuni degli aspetti che riguarderanno la legge che regola l’enoturismo, attività che sviluppa un giro di affari di 2,5 miliardi di euro di fatturato annuale e 13 milioni di arrivi in cantina (fonte dati: Movimento turismo del vino).

 

La proposta di legge, firmata dal parlamentare di Puglia Più Dario Stefàno e in attesa di essere licenziata dalla commissione Bilancio, è stata presentata ieri alle Cantine Argiolas di Serdiana in un’assemblea organizzata dal Gruppo Misto del Senato. Fra i presenti anche il presidente del Movimento turismo del vino, Carlo Giovanni Pietrasanta.

 

La legge sotto la lente 

La proposta di legge si compone di 10 articoli, fra i quali – come detto - quelli sui requisiti necessari al conseguimento della certificazione dell’accoglienza, la commercializzazione dei prodotti e l’istituzione dell'Osservatorio del turismo del vino nazionale e regionale presso il Mipaaf.

Uno degli articoli, in particolare, prevede anche una clausola di salvaguardia per le Regioni a statuto speciale e le Province autonome. Nel corso della discussione è stato assunto dai parlamentari l’impegno di licenziare il provvedimento nelle commissioni Bilancio e Agricoltura entro settembre, per arrivare alla definitiva approvazione entro l’anno.

«Ci sono tutte le condizioni per chiudere in tempo - ha osservato Stefàno - abbiamo lavorato d’intesa con la commissione Agricoltura della Camera -. Una pratica di condivisione e di consultazione sinergica che ci fa sperare che all’approvazione in Senato possa seguire in tempi accelerati anche quella della Camera».

 

Fonte: Fieragricola News

Previous

E' SOLDI IL PRESIDENTE DEI MAISCOLTORI ITALIANI